Presentato il porto turistico di Ventimiglia: 348 posti barca.

Ventimiglia – I lavori dovrebbero cominciare tra marzo e aprile ed essere ultimati in 4/5 anni. L’approdo sarà realizzato dalla società Cala del Forte Srl di Beatrice Parodi con un investimento pari a circa 80 milioni di euro.

IL NUOVO PORTO DI VENTIMIGLIA

Sarà il porto turistico più ecologico d’Europa. Si chiama Cala del Forte e diventerà un “gioiello” – per designer, soluzioni progettuali e novità tecnico-ambientali – incastonato nella baia degli Scoglietti a Ventimiglia, dominato dall’alto dall’antico e splendido Forte dell’Annunziata, praticamente affacciato sulla Costa Azzurra. L’iter per l’approvazione del progetto è stato lungo e ha richiesto diverse revisioni proprio per armonizzare al meglio il progetto della struttura con l’ambiente circostante.

E il risultato è stato eccezionale. I lavori dovrebbero cominciare tra marzo e aprile ed essere ultimati in 4/5 anni. L’approdo sarà realizzato dalla società Cala del Forte Srl di Beatrice Parodi con un investimento pari a circa 80 milioni di euro. La superficie totale della concessione è di 140 mila metri quadrati; sono previsti 348 posti barca, da 6,5 a 45 metri di lunghezza; tra le opere a terra 44 appartamenti, 13 mila metri quadri di posteggi, 15 mila di verde pubblico, negozi, bar, cantiere nautico, tre ristoranti e i locali comunali.

Il valore ecologico dell’opera. Il Gruppo Cozzi Parodi sta puntando sempre più con convinzione e concretezza alla tutela dell’ambiente, in particolare all’ecosistema marino, per fornire all’utenza il miglior livello di qualità e vivibilità. Nel progettare il porto si è così voluto salvaguardare innanzitutto lo storico “scoglio” della Margunaira (simbolo ventimigliese) a levante e, con attenti studi sulle variazioni delle correnti, le grotte del Corsaro Nero e le celebri spiagge delle Calandre a ponente. Nella realizzazione dell’approdo sono previsti inoltre tutti gli interventi per ottenere la certificazione ambientale Iso 14001 (che prevede di dimostrare il concreto impegno nel minimizzare l’impatto ambientale delle attività, l’affidabilità del sistema di gestione ambientale applicato e la prevenzione dell’inquinamento) già assegnata ai porti del Gruppo guidato dalla dottoressa Parodi di Portosole e Marina degli Aregai, gli unici in Liguria oltre a Porto Antico di Genova a vantare l’importante riconoscimento.

Il nuovo approdo turistico di Ventimiglia sarà inoltre dotato di un importante impianto fotovoltaico per produrre energia elettrica attraverso i pannelli solari di ultima generazione, per sostenere uno sviluppo il più ecocompatibile possibile. E all’interno del porto saranno utilizzate auto ibride (Honda Insight e Toyota Prius) con motore benzina-elettrico e un sistema di guida ecologica che permette comunque di risparmiare carburante ogni giorno.

Da ricordare, infine, che grazie al nuovo porto Cala del Forte sarà migliorata la viabilità dell’area ventimigliese, create e riqualificate le aree verdi attrezzate, eseguito il ripascimento delle spiagge. Sarà inoltre ripavimentata tutta la passeggiata soprastante all’approdo.

Fonte: Riviera24.it